paw chew go

festival
Giancarlo Iliprandi, Le radici dei suoni

Giancarlo Iliprandi, Le radici dei suoni

La ricerca sull'alfabeto del grande art director, in una mostra organizzata con Bonvini 1909

BONVINI 1909, progetto culturale, bottega di cartoleria e tipografia, Atelier creativo, presenta un progetto speciale in collaborazione con Paw Chew Go Festival.

Nello spazio espositivo di BASE Milano, viene presentata una parte della mostra di serigrafie originali di Giancarlo Iliprandi già presentata nella galleria di Fratelli Bonvini Milano nell’aprile scorso, in collaborazione con gli eredi di Giancarlo Iliprandi. 

La mostra LE RADICI DEI SUONI, a cura di Marta Sironi, si propone di valorizzare l’opera di un grande interprete della grafica italiana, attraverso opere scelte, realizzate per la rivista bimestrale “Serigrafia”, di cui Giancarlo Iliprandi progetta le copertine dal 1966 al 1992

Le tre annate qui presentate nascono dalla richiesta di disegnare 26 alfabeti completi per le stampanti Honeywell ISI (Information System Italia) che porta Iliprandi a una sistematica esplorazione dell’alfabeto e dei caratteri. I titoli suggestivi dati da Iliprandi a queste serie di sei serigrafie ognuna, – Alle nuove frontiere (1986), Le radici dei suoni (1987) e Neotipografia/postipografia (1988) – mostrano la libertà del suo approccio creativo e l’omaggio alla cultura contemporanea, all’estetica nascente legata alle nuove tecnologie, così come alla grafica e al design storici del Bauhaus.

“Il fonema, il suono della singola lettera, la lettera stessa, la sua costruzione visiva, sono componenti di strutture espressive, infinitamente varianti, dunque soggetto interpretativo più ancora che oggetto”.

Accanto alle opere prodotte nelle tre annate di “Serigrafia” (Editrice Zeta’S), saranno inoltre esposte tre serigrafia progettate per lo stampatore Nava.

Giancarlo Iliprandi
(Milano, 15 marzo 1925 -15 settembre 2016)

Formatosi in pittura e scenografia all’Accademia di Belle Arti Brera, per oltre sessant’anni si occupa di design della comunicazione visiva, di ricerca sperimentale e metodologia operativa, collaborando con le principali industrie italiane (RAI, la Rinascente, RB Rossana, Olivetti, Montecatini, Fiat, Arflex).

È stato docente presso la Società Umanitaria, l’ISIA di Urbino, l’Istituto Europeo di Design e la scuola del design del Politecnico di Milano.

Ha pubblicato una ventina di testi didattici e più di quaranta carnets de voyages. In occasione dei novant’anni, ha pubblicato un’autobiografia illustrata Note (Hoepli, 2015).

Nel corso della sua carriera ha ottenuto numerosi riconoscimenti tra cui due premi Compasso d’Oro ADI nel 1979 e un terzo nel 2004. 

Nel 2002 gli è stata conferita una Laurea ad honorem in disegno industriale dal Politecnico di Milano. 

Nel 2011 ha ricevuto il Premio Compasso d’Oro ADI alla carriera, quale protagonista indiscusso del design italiano. Si è occupato di promozione culturale in qualità di presidente dell’Art Directors Club Milano, dell’Icograda, chairman del BEDA, e presidente dell’ADI.  

Marta Sironi
Marta Sironi, storica dell’arte con interessi di ricerca per l’illustrazione e la grafica del Novecento, cura l’ordinamento dell’archivio storico FBM. Tra le sue pubblicazioni: 

mostre

VERNICE PACIUGO / Nathalie Du Pasquier

La storia della grande artista francese attraverso le sue parole, nel suo studio

Giancarlo Iliprandi, Le radici dei suoni

La ricerca sull'alfabeto del grande art director, in una mostra organizzata con Bonvini 1909

DIVENTEREMO GIGANTI

Una PARATA! per dire che Noi ci siamo e che Noi R-esistiamo!

partner

contatti

12/13
October
BASE
Milano